Il contesto organizzativo ed il mobbing: verso unorganizzazione

Descubra todo lo que Scribd tiene para ofrecer, incluyendo libros y audiolibros de importantes editoriales. Wardle prende in prestito il termine dal sottotitolo di unopera di Compton, The Lunatic View: A Comedy of Menace, quando pubblica un articolo sulla rivista Encore nel riguardo le commedie di Compton e quelle di Pinter. Il sottotitolo Comedy of Menace non altro che un gioco di parole di Comedy of Manners in cui questultima parola sta per menace, pronunciata con accento anglo-giudaico.

Merritt, citando larticolo di Wardle, sottolinea che he first applies this label to Pinters work describ[ing] Pinter as one of several playwrights who have been tentatively lumped together as the non-naturalists or abstractionists1.

il contesto organizzativo ed il mobbing: verso unorganizzazione

Larticolo Comedy of Menace, continua Merritt, centers on The Birthday Party because it is the only play of Pinters that Wardle had seen [and reviewed] at the time, yet he speculates on the basis of descriptions of [Pinters] other plays, The Room and The Dumb Waiter, [that Pinter] is a writer dogged by one imagethe womb2. Mentioning the acknowledged literary influences on Pinters work Beckett, Kafka and American gangster films Wardle argues that The Birthday Party exemplifies the type of comic menace which gave rise to this article.

I now take it back. Nel dicembre delnellintervista di Mel Gussow, riferendosi a Old Times dice: After The Homecoming I couldnt any longer stay in the room with this bunch of people who opened doors and came in and went out.

Landscape and Silence are in a very different form. There isnt any menace at all. Poi quando Gassow gli chiede di spiegare il suo punto di vista sulla minaccia aggiunge: when I said that I was tired of menace, I was using a word that I didnt coin.

I never thought of menace myself. It was called comedy of menace quite a long time ago []. I never stuck categories on myself, or on any of us [playwrights]. But if what I understand the word menace to mean is certain elements that I have employed in the past in the shape of a particular play, then I dont think its worthy of much more exploration.

Merritt mette in evidenza luso di questa formula o di categorie simili per definire le opere di Pinter da parte di alcuni critici. While still emphasizing Pinters terrors and the shiver beneath the laughter, Gussow descrive la commedia come a play of intrigue, with an underlying motif of betrayal e B. Dukore definisce lopera a comedy of menace or otherwise 7. La formula di teatro della minaccia8, insieme alle altre di teatro dellassurdo, della memoria o dellambiguit, che si sono succedute negli anni per definire la sua scrittura, dunque, sono labili, precarie e soprattutto parziali.

La minaccia un leitmotiv, quasi un ritornello nellopera pinteriana, dagli esordi poetici e teatrali, alla maturit scenica e cinematografica: le sceneggiature, infatti, sono unottima cartina di tornasole per le scelte stilistiche e tematiche di Pinter che risentono dellinfluenza teatrale e viceversa, fino agli ultimi anni di esperienza teatrale e poetica. Il leitmotiv, tema musicale, in genere costituito da una breve melodia ma pu anche essere un accordo o semplicemente una figura ritmica.

Luso di diversi leitmotiv legati ai. Merritt, Theres Music,in Pinter in Play, pp. Merritt, Pinter in Play, op. In musica come in letteratura lo scopo sempre quello di dare unit allopera. Un esempio viene dato da James Joyce che utilizza questa tecnica nellUlysses nel capitolo delle Sirene e anche nel Portrait of the Artist as a Young Man: lutilizzo del tema della Vergine Maria, poi del mito greco di Dedalo e di altri temi ricorrenti servono a dare unit al romanzo a mano a mano che il carattere di Stefano matura.

Laltro esempio Samuel Beckett, trait dunion tra James Joyce e Harold Pinter, molto influenzato dal primo discepolo, per certi versi e maestro del secondo, il quale usa moltissimo le ripetizioni, e utilizza le voci come strumenti musicali. Ma non solo, lo stesso Pinter a scoprire Joyce tra i tanti scrittori nella Public Library di Hackney.

Da qui la caratteristica dinamica di un flusso in continuo movimento nelle sue opere, che imita e riflette il flusso della vita. Spesso si cela dietro metafore o simboli, come la metafora del gioco o il simbolo della stanza, altre volte essa stessa ad assumere significato metaforico, la minaccia in termini di lotta. Cos mutano nellopera pinteriana i termini di paragone tenor e vehicle10 e il ground metaforico a seconda della peculiarit dellopera in questione: le sue valenze metaforiche, i vehicles, infatti, assumono significati diversi, nelle commedie.

I temi, dunque, e i motivi ricorrenti si intrecciano in un grappolo di metafore ossessive, secondo la terminologia di Charles Mauron.Elenco alfabetico delle riviste Riviste in corso per disciplina Come effettuare una ricerca Servizi per gli Autori Servizi per biblioteche ed enti Come abbonarsi alla versione cartacea Come abbonarsi alla versione online Servizi online per atenei Servizi per utenti privati Abbonarsi ad una versione cartacea o online Scaricare un articolo online Il costo di un download credit Acquistare un download credit Acquistare un singolo fascicolo come e-book Foreign orders Come acquistare arretrati Canoni abbonamenti.

Il contributo affronta il tema della rilevanza del contesto organizzativo nel rischio di insorgenza di fenomeni di mobbing in azienda. Skogstad, A. Solito, L. Spencer, L. Taylor, M. Taleb N. Togni, M. Venza G. Verdarelli, P. Il rischio psicosociale nelle organizzazioni, Roma, Carocci Editore. Weber, M. From Max Weber: essays in sociology, Weick, K.

Psicologia Del Lavoro

Whetten, D. Whiteman, W. Zapf, D. Aguinis, H. Albert, S. Research in organizational behavior. Ashforth, B. Academy of management review, 14 1 : Avallone, F. Avolio, B. Baillien E. Baillien, E. Barbuto, J.Descubra todo lo que Scribd tiene para ofrecer, incluyendo libros y audiolibros de importantes editoriales. Regione Lazio. Decreti del Commissario ad Acta. Decreto del Commissario ad Acta 19 marzon. Giovanni Addolorata. VISTA la legge costituzionale 18 ottobren.

Prima giornata sul benessere organizzativo

VISTA la legge statutaria 11 novembren. VISTA la legge 27 dicembren. VISTA la legge regionale 16 giugnon. VISTA la legge regionale 18 febbraion.

il contesto organizzativo ed il mobbing: verso unorganizzazione

VISTO il regolamento regionale 6 settembren. U del 30 luglio con cui sono state adottate le Linee Guida per il Piano Strategico Aziendale. U del 16 dicembre con cui, dando esecuzione a quanto disposto al punto 2, lettera edei DCA n. VISTA la nota prot. Recepimento delle ulteriori osservazioni formulate dalla Regione Lazio.

Oggetto: Deliberazione n. R ecepimento delle ulteriori osservazioni formulate dalla Regione Lazio. Rettifica errore materiale. Direzione Generale. Centro di Costo. Il Responsabile del procedimento. Il Direttore. Ovvero schema allegato. Scostamento Budget. Il Direttore del Bilancio.

il contesto organizzativo ed il mobbing: verso unorganizzazione

Stefano Pompili. Massimiliano Gerli. IVA — Cod. Lazio Il Direttore Generale.Descubra todo lo que Scribd tiene para ofrecer, incluyendo libros y audiolibros de importantes editoriales. Giovanni Bissoni, con decorrenza 2 dicembrequale Sub commissario nellattuazione del Piano di rientro dai disavanzi del SSR della Regione Lazio, con il compito di affiancare il Commissario ad acta nella predisposizione dei provvedimenti da assumere in esecuzione dellincarico commissariale, ai sensi della deliberazione del Consiglio dei Ministri del 21 marzorichiamando in particolare le azioni e gli interventi in via prioritaria indicati nella delibera del Consiglio dei Ministri del 20 gennaiointendendosi aggiornati i termini ivi indicati, intervenendo anche per garantire, in maniera uniforme sul territorio regionale, lerogazione dei livelli essenziali di assistenza in condizioni di appropriatezza, sicurezza e qualit, attraverso un utilizzo efficiente delle risorse; VISTA la legge 27 dicembren.

VISTO il regolamento regionale 6 settembren. Spending Review 6 luglion. Balduzzi 13 settembren. U del 25 luglio con il quale si proceduto alladozione della nuova edizione dei Programmi Operativi per il periodo a salvaguardia degli obiettivi strategici di rientro dai disavanzi sanitari della Regione; VISTO il DCA n. U del 15 ottobre si disposto di differire i termini anzidetti per la presentazione alla Regione delle proposte di Piano Strategico e di Atto Aziendale, stabilendo in particolare: 1.

U del 16 dicembre con cui, dando esecuzione a quanto disposto al punto 2, lettera edei DCA n. U del 2 febbraio con cui si cos disposto: 1. Avverso il presente decreto ammesso ricorso giurisdizionale dinanzi al tribunale amministrativo Regionale del Lazio nel termine di sessanta giorni dalla pubblicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi. Il presente provvedimento sar pubblicato sul B.

T del U del 6 agostoavente ad oggetto Approvazione dellAtto di Indirizzo per ladozione dellatto di autonomia aziendale delle Aziende Sanitarie della Regione Lazio, con il quale la Regione Lazio ha delineato i principi ed i criteri in base ai quali gli Atti aziendali, ai sensi di quanto disposto dallarticolo 3, comma 1-bis, del D. Lgs n. U del 15 ottobreconcernente Differimento dei termini previsti dal DCA n. U del U del 6 agostocon deliberazione n. U del 15 ottobrenelle more dellespressione del parere della Conferenza dei Sindaci, che regolarmente convocata e riunitasi in data AOO1 del Si ritiene pertanto che il Piano Strategico e lAtto Aziendale da lei presentati siano approvabili.

Se vuoi costruire una nave non radunare gli uomini per raccogliere legna e distribuire i compiti, ma insegna loro la nostalgia del mare Antoine de Saint Exupry. La configurazione dellAzienda 2.

La sede legale e la legale rappresentanza 3. Il logo 4. Il sito internet 5. Lambito territoriale e la popolazione di riferimento 6. Il patrimonio aziendale 7. Le strutture pubbliche e private accreditate 8. La missione aziendale 9. I valori e i principi dellAzienda Descubra todo lo que Scribd tiene para ofrecer, incluyendo libros y audiolibros de importantes editoriales. Capitolo 1: Storia, sviluppo e prospettive professionali in psicologia del lavoro Nel Hugo Munsterberg pubblica il volume The Psychology and Industrial Efficiency; a questa data si fa risalire linizio della psicologia del lavoro.

Gli inizi della psicologia del lavoro sono contraddistinti per una forte impronta internazionale: i primi studiosi e i loro allievi riescono a costruire una rete di comunicazioni interpersonali, lavorando a stretto contatto, che difficilmente si riscontra in altre discipline. La peculiarit di tale disciplina consiste nelloggetto di studio: luomo inserito nellambiente lavorativo, in cui trascorre una parte assai cospicua della propria vita.

Dalla psicotecnica alla psicologia delle risorse umane Il primo termine che incontriamo psicotecnica, attribuito a Hugo Munsterberg seppur utilizzato tre anni prima da Guido Della Valle, per definire la scienza che si propone di applicare la psicologia alla tecnica del lavoro umano e da tale definizione il suo dominio e i suoi limiti sono chiaramente determinanti.

In Italia questo termine viene sostituito da psicologia industriale solo dopo gli anni Cinquanta, per evidenziare limpegno applicativo della psicologia in tale settore. Il nome psicologia delloccupazione utilizzato soprattutto nei paesi anglosassoni, mentre quello di psicologia del lavoro in Europa e negli Stati Uniti. Solo negli anni Settanta si inizia a parlare di psicologia delle organizzazioni per approfondire i temi di carattere pi sociale della psicologia del lavoro.

La psicologia del lavoro si occupa dei sentimenti delle persone, dei loro atteggiamenti, delle loro condotte e dei processi sociopsicologici e delle prestazioni lavorative. La Psicologia delle organizzazioni considera, invece, le persone in quanto membri di gruppi, il funzionamento dei team e le organizzazioni come costruzioni collettive e come artefatti sociali. In questo caso lattenzione posta sulle percezioni sociali reciproche, sui meccanismi di influenza sociale, sulle comunicazioni, sulle relazioni intergruppi, in particolare sulla cooperazione e sul conflitto, sul potere organizzativo, sui processi di decisione sociale e di negoziazione, sulla progettazione organizzativa, sulle valutazioni di efficacia ed efficienza.

La psicologia delle organizzazioni ha focalizzato il proprio oggetto di studio sviluppando interventi sui processi microsociali nellorganizzazione. Tre sono gli ambiti che vengono analizzati: il rapporto uomo-lavoro, il rapporto uomo-ambiente sociale, nonch la relazione individuo-organizzazione. La psicologia del lavoro: le sue peculiarit La psicologia del lavoro, come disciplina e come pratica operativa, ha sempre dovuto rapportarsi con la complessit del lavoro inteso come attivit socialmente e storicamente determinata, che si svolge in un contesto dove le asimmetrie di potere rendono assai precaria lesperienza personale dei lavoratori.

Studiare il lavoro in una prospettiva psicologica implica il rendersi conto che si ha di fronte una comunit sociale e tecnica non pacifica, in tendenziale stato di conflitto fra portatori di interessi diversi che operano in uno specifico scenario economico e politico allinterno di un contesto storico e culturale capace di influenzare gli orientamenti delle persone. Il compito del ricercatore reso complesso dal dover agire direttamente sul campo, allinterno delle specifiche realt organizzative, avendo cos minori possibilit di controllo e spesso in presenza di vincoli temporali che gli impongono soluzioni rapide.

La ricerca in ambito lavorativo si caratterizza, pertanto, per la complessit dei problemi e per lampiezza e lincertezza delle situazioni che non possono essere definite in modo univoco. In questo ambito di particolare rilievo la nozione di contingenza.

I vari contributi non possono, infatti, essere generalizzati in Paesi con culture diversen le varie tecniche e metodologie possono essere trasferite da un contesto allaltro ritenendo di ottenere risultati altrettanto validi e affidabili. Per essere efficace, ogni soluzione deve venire individuata in rapporto alle diverse situazioni e alle loro caratteristiche.

ASL Latina

La metodologia, in psicologia del lavoro, prescrittivi e normativa: fissato un obiettivo occorre individuare gli strumenti per raggiungerlo, i contesti per i quali vanno proposte procedure di soluzione efficaci e scientificamente validate, anche facendo ricorso ad approcci teorico-metodologici differenti. La psicologia del lavoro pu essere intesa come lambito pi adeguato per lo studio e la comprensione dellinterazione tra le persone e il mondo dei prodotti-servizi, caratterizzato come noto dall immaterialit diffusa e dallimportanza delle relazioni interpersonali.

Perch ci si realizzi necessario che vengano valorizzate entrambe le anime della psicologia del lavoro, cio quella conoscitiva che punta sulla descrizione e sulla spiegazione del comportamento in ambito lavorativo, e quella dellapplicazione controllata del sapere prodotto per orientarlo alla soluzione di problemi concreti, in linea con la valutazione secondo cui la psicologia del lavoro e delle organizzazioni pu contare, sia in Italia sia negli altri Paesi, su una propria specifica identit scientifica e professionale.

Prospettive nel nostro paese I mercati del lavoro stanno subendo importanti e profonde trasformazioni: la globalizzazione impone alle imprese e alle organizzazioni un continuo aggiornamento per sviluppare e mantenere la competitivit. Di conseguenza, gli addetti necessitano di formazione continua e di riqualificazione; la flessibilit e i nuovi stili di vita si espandono in tutti i settori e si sviluppano nuove forme contrattuali soprattutto riguardo ai giovani, alle donne e agli immigrati: inoltre, viene auspicata e perseguita da pi parti una maggior condivisione organizzativa.

In tali contesti, di cambiamento e di sviluppo mondiale, la multiculturalit e le diversit possono costituire importanti fattori di successo. I servizi e limmateriale Nel settore dei servizi la maggior parte del lavoro si sviluppa attorno allinformazione, ai saperi e agli affetti. Le cinque dimensioni chiave di tale settore sono le seguenti:.

Elementi strutturali: comfort, gradevolezza dellambiente, aspetto delle apparecchiature, presenza del personale, efficienza ed eleganza della comunicazione.Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay. Piero Quaglino. Si devono valutare con attenzione tutti i passi da fare, iniziando con incontri preliminari con i vertici aziendali e con il successivo coinvolgimento delle rappresentanze delle componenti aziendali significative, per informarle preventivamente e per favorirne la partecipazione attiva nel processo di progettazione della ricerca.

Successivamente si procede con gli interventi formativi in aulasia per i manager che per la rete commerciale. Gli argomenti e i contenuti in questa fase non saranno di tipo tecnico, ma riguarderanno principalmente aspetti psicologico-relazionali della vita aziendale. I dati raccolti e le variabili osservate saranno analizzati, e verranno formulate ipotesi operative e definiti degli obiettivi.

This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies. Blog - Ultime notizie. Potrebbero interessarti Utilizzo di Internet: La ricerca. Teorie sullo stress. Clima organizzativo: identificare il campione. Ricerca Utilizzo di Internet: Conclusioni. Iscriviti per ricevere la nostra Newsletter!Se diminuisce o scompare il fattore motivazionale, si rischia di passare a stati fisici e psicologici difficili, che vanno dallo stress lavoro correlato al burnoutil totale annientamento.

Risposte corrette alle domande sull’ Europa

Questi ultimi, se non affrontati e superati in maniera professionale, possono portare alla crisi aziendale. Vengono poi descritti gli approcci teorici strutturale, percettivo, interazionista e culturale, ed analizzata la figura delle risorse umane.

Infine, si prendono in considerazione le emozioni e vengono brevemente analizzate le emozioni primarie. La motivazione, unitamente ad altri indicatori positivi come la collaborazione, la leadership, la comunicazione efficacesi affianca ad elementi negativi quali il mobbing, lo stress lavoro correlato ed il burnout.

I dati misurati sono stati raccolti in una tabella che correla le risposte date ad ognuno dei 22 item con il voto da 0 a 6, assegnato da ogni intervistato per ogni singolo item. Le conclusioni del mio trattato includono una valutazione complessiva, con opportune considerazioni. This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies. Blog - Ultime notizie.

Potrebbero interessarti Burnout e Lavoro Emozionale: Partecipanti e strumento. Le cause della sindrome da burnout. Management del benessere organizzativo. Strumenti di valutazione del burnout.

La comunicazione efficace. Iscriviti per ricevere la nostra Newsletter!

il contesto organizzativo ed il mobbing: verso unorganizzazione

0 thoughts on “Il contesto organizzativo ed il mobbing: verso unorganizzazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>